X Questo sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookies tecnici di terze parti per l'analisi aggregata del traffico allo scopo di ottimizzarne navigazione e contenuti.
Per maggiori informazioni, consulta la privacy policy del sito.

+39 0872 49877

Esami Clinici

Torna Indietro
 
CATECOLAMINE PLASMATICHE
Le catecolamine sono sostanze biologicamente attive ricavate dalla tiroxina (amminoacido). Esercitano effetti rilevanti sull'apparato cardiocircolatorio, sul sistema nervoso, sul metabolismo (vale a dire l'insieme di tutti i processi che avvengono in un organismo per la produzione dell'energia), sulla temperatura e sui muscoli lisci. Quando si effettua il dosaggio delle catecolamine sul sangue è necessario che, prima del prelievo, il paziente stia steso per 15 minuti. I valori sono alti e devono essere determinati frequentemente in caso di ipertensione arteriosa (aumento della pressione sanguigna oltre i valori normali), feocromocitoma (raro tumore delle ghiandole surrenali), infarto del miocardio (morte delle cellule del cuore che non vengono più irrorate dal sangue a causa di un'ostruzione delle arterie coronarie o di un loro ramo), neuroblastoma (tumore che colpisce le cellule nervose), ganglioneuromi (tumori del cervello), sindrome da carcinoide (un insieme di alterazioni dell'organismo dovute alla presenza di un carcinoide, un tumore raro ed a basso grado di malignità, le cui cellule producono molte sostanze attive a distanza) e stress. Si riscontra una diminuzione dei valori, invece, in caso di morbo di Parkinson, una malattia che procura la degenerazione della funzione nervosa. Generalmente, il morbo di Parkinson colpisce i soggetti maschi di età superiore ai 50 anni, si manifesta lentamente e con sintomi poco evidenti ed ha un decorso progressivo, caratterizzato da un graduale decadimento delle condizioni e della qualità della vita. Il sintomo principale è la perdita dell'equilibrio nei movimenti.
Campione: sangue

CONTATTACI

 
INVIA MESSAGGIO